FLORA

Si calcola che circa il 99% della biomassa presente sul nostro Pianeta è costituita da vegetali. Gli animali rappresentano quindi solo il restante misero 0,1%. Nonostante questo, se noi osserviamo una fotografia di un animale, anche piccolo, inserito in un contesto ambientale ampio come un foresta o un altro ambiente qualsiasi dominato dal verde, la nostra attenzione sarà catturata proprio da quel piccolo soggetto e noi non noteremmo affatto tutto il resto. Eppure i vegetali sono anche loro esseri viventi, pur se con caratteristiche diverse dagli organismi animali. Studi scientifici dimostrano che noi soffriamo di quella che viene definita plant blindness, cecità verso le piante. Un fenomeno che deve la sua origine al fatto che le piante non hanno mai rappresentato un pericolo per la nostra esistenza e quindi, fin dall’inizio della nostra evoluzione, il nostro cervello ha sviluppato una forte attenzione per gli animali, alcuni dei quali rappresentavano invece un reale pericolo mortale per i nostri antenati.

Come fotografo, mi sento attratto dalla complessità della natura e nella mia ricerca, non trascuro affatto le piante, proprio perché organismi indispensabili alla vita sul Terra e anche perché, molto spesso, esse rappresentano al meglio la straordinaria varietà e la bellezza del mondo nel quale abbiamo il privilegio di vivere.